Noi e i media: comunicare e confrontarsi

Ci confrontiamo ogni giorno con il sistema dei media, con i quali cerchiamo un dialogo fondato sulla trasparenza e la correttezza.

Siamo consapevoli di rappresentare una fonte preziosa - e continuamente vagliata - di notizie, soprattutto finanziarie e industriali. Da un lato prestiamo quindi grande attenzione alle procedure di diffusione di informazioni relative al Gruppo, in particolare di quelle price sensitive, dall’altro organizziamo periodicamente incontri e briefing con i giornalisti di riferimento, coinvolgendo spesso il nostro top management.

Nel 2015 la copertura media di Generali si è focalizzata sui risultati raggiunti grazie al turnaround e ha puntato a valorizzare il business del Gruppo dando visibilità a tutte le aree di operatività, nel contesto delle nuove linee strategiche rilasciate durante l’Investor Day di maggio. In particolare, sono stati evidenziati temi riferiti all’innovazione, alla telematica e alla nostra expertise nella gestione dei rischi di catastrofi naturali.

È stata data inoltre visibilità ai nostri top manager, per spiegare direttamente i cambiamenti industriali e strategici, e alle attività della Group Academy, in particolare alla sua funzione di trasformazione culturale e di formazione della leadership di Generali. È stato dato particolare rilievo alle nostre iniziative a favore della comunità in ambito culturale, artistico, sportivo e in quello della ricerca scientifica.

Il sentiment degli articoli, valutato da un provider terzo, è stato positivo in tutte le principali aree d’interesse.

Ad agosto 2015 è andato online il nuovo sito corporate generali.com, con un layout più agile e moderno, un marcato focus all’approccio visivo, contenuti di ampio respiro su temi di interesse internazionale e specifica attenzione alle notizie più interessanti del Gruppo. Questi nuovi contenuti troveranno una naturale declinazione non solo nei social media del Group Head Office già presenti (Youtube, Flickr, Slideshare e LinkedIn) ma anche in quelli al momento in fase di studio (Twitter e Instagram). Va ricordato che attraverso le nostre società in Francia e in Italia siamo da tempo attivi in questo settore, dove l’interattività permette di dialogare con i nostri clienti e altri stakeholder. Infine, sono state introdotte nuove linee guida per tutto il Gruppo, sia per i siti web che per i canali social, in ottica di armonizzazione e razionalizzazione dell’ecosistema digitale.

Generali tra le 50 aziende più smart al mondo

Innovare per crescere

La MIT (Massachusetts Institute of Technology) Technology Review, una delle più influenti testate giornalistiche dedicate alla tecnologia, ha incluso nel 2015 Generali tra leMIT 50 aziende più smart al mondo. Unica società del settore assicurativo e prima società italiana ad entrare nella graduatoria, Assicurazioni Generali ha preceduto tra le altre IBM, Microsoft e Uber, grazie a un’offerta innovativa di soluzioni assicurative basate sui data analytics, capaci di migliorare la salute e il benessere dei clienti. È un riconoscimento che conferma il nostro posizionamento basato su un modello di business simpler and smarter, caratterizzato da un intenso uso della tecnologia e da prodotti e servizi basati sulle esigenze e le esperienze del consumatore.