Comprendere i rischi

Programmi di informazione e alfabetizzazione assicurativo/finanziaria sono stati realizzati dalla maggior parte delle società del Gruppo con l’invio di newsletter e con la distribuzione a clienti e consumatori di opuscoli informativi, per facilitare la comprensione della terminologia di settore, delle principali coperture assicurative, degli strumenti finanziari fondamentali e delle novità normative. I glossari, le sezioni dedicate alle Q&A presenti nei siti internet e le app per smartphone e tablet forniscono informazioni puntuali e sempre aggiornate con un linguaggio semplice e comprensibile sulle polizze, sui rischi più frequenti, su argomenti finanziari e sulle prescrizioni normative. Inoltre, alcune società hanno realizzato micrositi dedicati e video disponibili online che, in un’ottica di edutainment (educazione e intrattenimento), spiegano all’utente i vantaggi delle coperture assicurative in tutti i rami e offrono consigli per affrontare in sicurezza la vita quotidiana.

Rischi: consigli per affrontarli

In Germania, Generali collabora con Deutscher Turnerbund, la seconda associazione sportiva tedesca, e attraverso la loro pubblicazione periodica fornisce informazioni e consigli riguardanti lo sport e i rischi relativi. Nel 2015 CosmosDirekt ha divulgato attraverso i mass media circa 100 Versicherungstipps, consigli e informazioni sull’assicurazione e sulle situazioni di rischio. Inoltre, grazie alla partnership con guteanfrage.net CosmosDirekt è l’unica società di assicurazione che fornisce via chat sul portale risposte e suggerimenti su specifici argomenti assicurativi, in un’ottica di informazione e sensibilizzazione. In Italia, per sensibilizzare riguardo al rischio derivante dalla diffusione in rete di informazioni sugli spostamenti personali, è stata realizzata la campagna, provocatoria e innovativa, GrabMe. Per quattro giorni un video ha diffuso la notizia di una app dedicata ai ladri che, grazie alle informazioni condivise dagli utenti stessi, è in grado di individuare le abitazioni potenzialmente svaligiabili. Il video è diventato un fenomeno virale, con oltre 2 milioni e mezzo di impressions e 300 mila views. Poi la rivelazione: “GrabMe fortunatamente non esiste, ma il rischio sì!” Un video di Generali Italia svela la verità e reindirizza sul sito gpins.it, che offre agli utenti suggerimenti, consigli e informazioni utili sul tema della protezione, da condividere con il proprio network.

Lo sviluppo della tecnologia e la crescente diffusione di smartphone e tablet ci consentono di proporre campagne di sensibilizzazione sulla condotta di guida e sulla pericolosità stradale anche attraverso app dedicate.

La sicurezza in una app

In Spagna abbiamo lanciato la app Generali Driver che aiuta i consumatori a valutare e migliorare lo stile di guida anche attraverso gamification e l’attribuzione di premi e punteggi in base alle abitudini al volante. In Italia, nel 2015 è stata ridisegnata e integrata una app con l’obiettivo di dare un contributo alla sicurezza sulle strade. Impostando il tragitto da percorrere, è possibile visualizzare i livelli di pericolosità e di traffico delle strade, grazie a un algoritmo basato sui sinistri denunciati dai clienti di Generali.